guida ai servizi per i cittadini
  • Dove mi trovo:
  • L'invalidità civile
Gli invalidi civili, i ciechi, i sordomuti, i portatori di handicap ed i disabili possono ricevere dall'Inps a seconda della loro patologia una pensione di invalidità;  gli invalidi totali e non deambulanti possono ricevere anche un'indennità di accompagnamento. La pensione è, a tutti gli effetti, un reddito, mentre l'indennità di accompagnamento è un sussidio esente da tassazione.

Oltre alla pensione o all'indennità di accompagnamento, agli invalidi civili sono riconosciuti i seguenti benefici:
    - protesi ed ausili inerenti alla patologia invalidante (invalidità oltre il 34%); 
    - diritti al congedo per le cure inerenti alla patologia invalidante (invalidità oltre il 50%);
    - contrassegno per la circolazione in automobile (invalidi con ridotte capacità motorie) (>>> guarda come ottenere il contrassegno); 
    - esenzione dai tickets sanitari (invalidità oltre il 67% e per minori invalidi): occorre rivolgersi alla Distretto Sanitario della Asl di Monza e della Brianza (Carate Brianza, via Mascherpa 14, tel. 0362.82.64.33);
    - priorità nell'assegnazione di alloggi popolari (invalidità oltre il 67%);
    - tessera per la libera circolazione sui mezzi pubblici della Lombardia (>>> guarda il sito della Regione Lombardia);


La richiesta per il riconoscimento dell'assegno di pensione di invalidità civile deve essere inoltrata all'Inps, in via telematica, direttamente oppure avvalendosi dei servizi di un patronato.

L' Ufficio Servizi Sociali del Comune di Albiate, per i cittadini residenti, effettua gratuitamente il servizio di consulenza nella compilazione della pratica.
Dopo la presentazione della domanda, l'invalido è sottoposto a visita medica durante la quale viene accertata l'esistenza e l'entità della patologia invalidante. Sono possibili anche visite di controllo successive al riconoscimento dell'invalidità medesima.
Torna alla guida